X
GO

Al via lo Screening della popolazione marchigiana per SARS-CoV-2

  • 17 dicembre 2020
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 1698
  • 0 Commenti

Domani, venerdì 18 Dicembre, nella Regione Marche, inizierà lo Screening di massa nei confronti del COVID-19 per tutta la popolazione.

L’obiettivo del progetto è quello di individuare, tracciare e isolare il più possibile il virus Covid-19 per cercare di arginare gli effetti devastanti della pandemia sulla salute dei marchigiani e tutelare la tenuta della rete ospedaliera e della medicina del territorio.

Lo screening, gratuito e su base volontaria, verrà effettuato attraverso il tampone antigenico rapido in grado di rilevare la presenza del virus e di dare il risultato in circa 15-30 minuti. Il test è sicuro e indolore.

I controlli inizieranno nelle città capoluogo (Ancona, Ascoli-Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e Urbino) per proseguire nelle prossime settimane su tutto il territorio regionale.

Per l’esecuzione dei tamponi verrà coinvolto il personale sanitario dell’ASUR affiancato da studenti del corso di Medicina Generale (formati e seguiti da tutor), da volontari del settore sanitario e non della Croce Rossa e altri volontari (Anpass, Università Medicina, Università Professioni sanitarie, etc) in stretto raccordo con la Protezione Civile Regionale.

Si ricorda che lo screening è aperto a tutti i cittadini marchigiani di età superiore ai 6 anni ed anche alle persone che soggiornano nelle Marche per motivi di lavoro o studio. I minori devono essere accompagnati da un genitore.

Sono escluse dallo screening le persone:

1che hanno sintomi che indichino un’infezione da Covid-19;

2. attualmente in malattia per altro motivo;

3. risultate positive al Covid-19 negli ultimi 3 mesi;

4. in quarantena o in isolamento fiduciario;

5. che hanno già prenotato l’esecuzione di un tampone molecolare;

6. che eseguono regolarmente i test per motivi professionali;

7. i minori sotto ai 6 anni;

8. ricoverate nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie comprese le case di riposo pubbliche e private.

Per accedere al test occorre esibire la Tessera Sanitaria o un documento d'identità valido. Il modulo di accettazione e il foglio dell’informativa sulla privacy potranno essere compilati a casa (scaricati anche dai siti web) o sul posto e per la notifica del risultato si dovrà comunicare un indirizzo e-mail e un numero di cellulare valido.

Se il test rapido antigenico è POSITIVO verrà effettuato il test molecolare in sede o il giorno successivo se non si riesce a garantire nella medesima sede. Se si risulta positivi anche a tale controllo il cittadino viene messo in isolamento e segue la prassi consolidata compresa la verifica dei contatti effettuata dai Dipartimenti di Igiene.

Se il test rapido antigenico è NEGATIVO bisogna continuare ad osservare le raccomandazioni di prevenzione: protezione di naso e bocca (mascherina), distanziamento, disinfezione e ventilazione. Se insorgono sintomi contattare il proprio Medico di Medicina Generale.

È fondamentale sottolineare che essere negativi al momento di un tampone non implica che non si possa diventare positivi dopo poche ore pertanto occorre mantenere alta l’attenzione e continuare ad osservare le raccomandazioni di prevenzione.

Al seguente link (pagina dedicata del sito della Regione Marche) i cittadini potranno trovare tutte informazioni, le modalità e le sedi dove verrà effettuato lo screening Covid-19.

Da parte della Regione si auspica e si invita alla massima adesione della popolazione marchigiana allo screening al fine di tutelare meglio la salute e prevenire la terza ondata in attesa che la campagna di vaccinazione possa contrastarne la diffusione.

 

Autore: Dott. Stefano Gabrio Manciola

 

Stampa
Categorie: Emergenze
Tag:
Valutazioni:
3.0

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Contatta l'autore

x