X
GO

AMR: relazione sullo stato di avanzamento del piano d'azione dell'UE

  • 16 dicembre 2020
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 1200
  • 0 Commenti

Il 15 Dicembre 2020, la Commissione europea ha pubblicato la 5° relazione sullo stato di avanzamento dell'attuazione del piano d'azione europeo One Health contro la resistenza antimicrobica, adottato nel Giugno 2017.

Gli obiettivi chiave di questo piano, da realizzare nel quinquennio 2017-2022, si basano su 3 pilastri principali:

1) rendere l'UE un territorio dove vengono attuate e rispettate le migliori iniziative e controlli contro l’AMR (best practice region);

2) stimolare la ricerca, lo sviluppo e l'innovazione,

3) realizzare un’“agenda globale” di interventi contro l’AMR.

Per ciascuno di questi 3 pilastri, nel timeline aggiornato che è stato pubblicato, vengono indicate nel dettaglio, anno per anno,  le iniziative realizzate e quelle che dovranno essere attuate dalla Commissione e dagli Stati Membri nei prossimi anni.

La relazione sullo stato di avanzamento mostra che una serie di iniziative in materia di resistenza antimicrobica sono state portate avanti e messe in atto negli ultimi mesi.

Di seguito le principali novità introdotte nel 2020:

1. Farm to Fork Strategy

La Commissione ha adottato nel corso del 2020 la strategia Farm to Fork che si prefigge l’obiettivo di ridurre del 50% le vendite complessive nell'UE di antimicrobici per animali da allevamento e in acquacoltura entro il 2030. Questo obiettivo sarà supportato e reso possibile dall'attuazione dei recenti regolamenti sui medicinali veterinari e mangimi medicati, applicabili dal 28 Gennaio 2022, per i quali sono attualmente in fase di elaborazione atti delegati e attuativi.

2. Decisione di esecuzione (UE) 2020/1729

Un altro dei principali aggiornamenti del piano d'azione contro AMR include la nuova Decisione di esecuzione (UE) 2020/1729 della Commissione sul monitoraggio e comunicazione della resistenza agli antimicrobici dei batteri zoonotici e commensali da parte degli Stati Membri per il periodo 2021-2027.

In particolare la Decisione si applica dal 1 Gennaio 2021 e indica che il monitoraggio e le relazioni sull’AMR riguarderanno i seguenti batteri:

  • Salmonella spp.;
  • Campylobacter coli;
  • Campylobacter jejuni;
  • Escherichia coli indicatore commensale;
  • Salmonella spp. ed E. coli che producono i seguenti enzimi: Beta-lattamasi ad ampio spettro (ESBL), Beta-lattamasi AmpC (AmpC), Carbapenemasi.

Potranno essere considerati anche:

Enterococcus faecalis ed Enterococcus faecium indicatori commensali.

Le popolazioni di animali da produzione alimentare e gli alimenti oggetto di controllo saranno:

  • polli da carne;
  • galline ovaiole;
  • tacchini da ingrasso;
  • bovini di età inferiore a un anno;
  • suini da ingrasso;
  • carni fresche di polli da carne;
  • carni fresche di tacchini;
  • carni fresche di suini;
  • carni fresche di bovini.

 

3. Strategia farmaceutica per l’UE

Anche la Strategia farmaceutica per l'Europa, adottata di recente, ha indicato la lotta contro la resistenza antimicrobica come obiettivo chiave.

La prossima relazione sullo stato di avanzamento sarà pubblicata a metà del 2021.

 

Autore: Dott. Stefano Gabrio Manciola

 

Stampa
Tag: AMR
Valutazioni:
3.0

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Contatta l'autore

x