X
GO

Attività autorizzative/validazioni 1.5.6 Controllo ufficiale laboratori di autocontrollo

  • 24 gennaio 2024
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 97
  • 0 Commenti

1.5.6 Controllo ufficiale laboratori di autocontrollo

normativa di riferimento

  • Legge n. 88 del 07.07.2009 Disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alla Comunità europea - Legge unionale 2008
  • Decreto MISE del 22.12.2009 designazione di Accredia quale unico organismo nazionale italiano autorizzato a svolgere attività di accreditamento e vigilanza del mercato
  • Accordo Stato-Regioni n. 78/CSR del 08.07.2010 sul documento relativo alle "Modalità operative di iscrizione, aggiornamento, cancellazione dagli elenchi regionali di laboratori e modalità per l'effettuazione di verifiche ispettive uniformi per la valutazione della conformità dei laboratori”
  • Accordo Stato-Regioni n. 84/CSR del 07.05.2015 sul documento recante “Linee guida per il controllo ufficiale dei laboratori che eseguono le analisi nell’ambito dell’autocontrollo delle imprese alimentari ai sensi dell’art.6, c.2, dell’Accordo n. 78/CSR/2010
  • D.G.R.M. n. 1041 del 18.07.2011 Recepimento accordo stato regioni n. 78/CSR del 08.07.2010 sul documento relativo alle modalità operative di iscrizione, aggiornamento, cancellazione degli elenchi regionali di laboratori e modalità per l'effettuazione di verifiche ispettive uniformi per la valutazione della conformità dei laboratori
  • D.G.R.M. n. 384 del 26.04.2016 Recepimento accordo stato regioni n. 84/CSR del 07.05.2015 sul documento relativo alle Linee Guida per il controllo ufficiale dei laboratori che eseguono le analisi nell’ambito dell’autocontrollo delle imprese alimentari
  • D.D.P.F. PVSA n. 97 del 28.07.2018 Criteri per il controllo ufficiale dei laboratori che effettuano analisi nell’ambito delle procedure di autocontrollo delle imprese alimentari; istituzione dell’elenco regionale degli auditor
  • D.D.P.F. PVSA n. 145 del 30.08.2019 Criteri per il controllo ufficiale dei laboratori che effettuano analisi nell’ambito delle procedure di autocontrollo delle imprese alimentari
  • D.D.P.F. PVSA n. 180 del 14.11.2023 Aggiornamento elenco regionale dei laboratori che effettuano analisi nell’ambito delle procedure di autocontrollo delle imprese alimentari – anno 2023

Servizi coinvolti: SIAN-SIAOA

Descrizione

Con l’approvazione dell’accordo Stato-Regioni n. 84/CSR/2015 e relativa Delibera regionale di recepimento (DGRM n. 384/2016) sono state fornite indicazioni inerenti alle modalità di programmazione, pianificazione ed esecuzione delle attività di controllo ufficiale sui laboratori iscritti negli elenchi regionali che effettuano analisi nell’ambito delle procedure di autocontrollo delle imprese alimentari; in sostanza le linee guida forniscono al personale preposto indirizzi operativi e criteri uniformi di valutazione per l’effettuazione dei controlli ufficiali su tali laboratori, affinché il controllo sia eseguito con modalità appropriate ed omogenee sul territorio nazionale, seguendo principi di trasparenza e di indipendenza.

In data 30.08.2019 è stato approvato il DDPF n. 145 con il quale sono stati forniti indirizzi operativi al personale addetto all’esecuzione dei controlli ufficiali, in coerenza con le indicazioni presenti nella normativa nazionale e europea. In particolare sono stati approvati i criteri per il controllo ufficiale di tali laboratori (responsabilità, tecniche di controllo, criteri di programmazione e ambiti del controllo, modalità operative, azioni e provvedimenti conseguenti all’accertamento di irregolarità), la modulistica che l’Autorità Competente deve utilizzare nel corso dei controlli ufficiali sugli stessi e i modelli che i laboratori devono utilizzare per le comunicazioni di aggiornamento/variazione dati e di cancellazione dal registro regionale.

Il Settore PVSA approva annualmente il programma di audit nel quale sono individuati il numero di laboratori da auditare per AST e i relativi gruppi di audit. I Direttori dei servizi competenti delle AASSTT sono responsabili dell’individuazione dei laboratori da auditare e dell’adozione dei provvedimenti e della verifica dell’efficacia degli stessi.

Con il DDPF n. 97/2018 è stato istituito l’elenco regionale degli auditor idonei a svolgere il controllo ufficiale su tali laboratori e sempre nell’anno 2018 è stata avviata l’attività di controllo.

Le tipologie di laboratorio interessate sono le seguenti:

  1. Laboratori non annessi alle imprese alimentari che effettuano analisi nell'ambito delle procedure di autocontrollo per le imprese alimentari;
  2. Laboratori annessi alle imprese alimentari che effettuano analisi ai fini dell'autocontrollo per conto di altre imprese alimentari facenti capo a soggetti giuridici diversi, ivi inclusi i laboratori che svolgono attività analitiche nell’ambito delle procedure di autocontrollo di imprese alimentari appartenenti a consorzi;
  3. Laboratori annessi alle imprese alimentari che effettuano analisi ai fini dell'autocontrollo per le imprese medesime.

La Regione Marche con il DDS PVSA n. 180/2023 ha aggiornato l’elenco regionale dei laboratori con sede operativa nelle Marche che effettuano analisi ai fini dell’autocontrollo per le imprese alimentari a seguito del recepimento dell’accordo Stato-Regioni n. 78/2010.

Nell’anno 2020 non si è svolta attività di controllo a causa dell’emergenza COVID.

Sintesi delle attività

ituazione

Di seguito il riepilogo dell’attività svolta:

Le principali non conformità riguardano in genere aspetti formali come la mancata comunicazione della variazione della sede legale, dell’estensione/revisione delle prove accreditate, dell’esito delle visite periodiche di Accredia, della mancata indicazione del numero di iscrizione regionale nei rapporti di prova o della necessità del suo inserimento nei RdP nella relativa procedura, mancata previsione di segnalazione immediata all’OSA e all’ACL competente di risultati positivi ove previsto, della variazione della destinazione d’uso di locali o dell’aggiunta di qualche locale. In un caso non era stata comunicata la variazione della sede operativa. Altre non conformità hanno riguardato la gestione e lo smaltimento dei campioni (contaminati e no) e dei rifiuti pericolosi, la mancata indicazione nelle procedure di un range di temperatura ottimale per il trasporto dei campioni congelati e a temperatura ambiente, la mancata esecuzione del controllo periodico della validità dei risultati ottenuti nei calcoli effettuati con sistemi automatici, la presenza di reagenti e materiali di riferimento scaduti. In un caso si è registrata una non conformità relativa alla produttività del laboratorio (bilancio di massa).

Obiettivi 2023 - 2027

  1. Gestione anagrafiche
  2. Esecuzione dell’attività

Indicatori e valori attesi

 

Stampa
Tag:
Valutazioni:
Nessuna valutazione

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Contatta l'autore

x