X
GO

La Patulina

  • 6 settembre 2006
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 2131
  • 0 Commenti

Prodotta da funghi del genere Aspergillus e Penicillum, in natura si ritrova quasi esclusivamente nelle mele e prodotti derivati, in stretta correlazione al grado di ammuffimento del frutto.

La fermentazione alcoolica distrugge la tossina e quindi il sidro, ad esempio, non è a rischio.

Gli effetti tossici consistono nella capacità della tossina di  generare immunosoppressione, neurotossicità, mutagenicità.

Sono ancora oggetto di studio le potenzialità teratogeniche e carcinogeniche anche se nel 1993 la tossina è stata classificata come agente non cancerogeno per l’uomo dall’ Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro; è stato anche redatto nel Codex Alimentarius un “codice di buona pratica agricola per la prevenzione della contaminazione da patulina nei succhi di mela”   

 

Stampa
Tag:
Valutazioni:
2.0

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Contatta l'autore

x