X
GO

TRASPORTI IN ESTATE E BENESSERE ANIMALE: ATTENZIONE ALLA TEMPERATURA ESTERNA!

  • 28 giugno 2021
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 295
  • 0 Commenti

Pertinente per tempismo giunge la nota Ministeriale 0015061-21/06/2021-DGSAF-MDS-P che intende attenzionare le movimentazioni di animali contemplate nel Regolamento (CE) 1/2005, in particolare i lunghi viaggi, richiamando alle proprie responsabilità i trasportatori ed alle proprie competenze i Servizi Veterinari.

In particolare si prendono in considerazione i tragitti compiuti quando la temperatura atmosferica eccede i 30 gradi, richiamando la necessità di pianificare puntualmente e correttamente gli itinerari, sia all’interno dell’UE sia extra UE, via terra o via mare, ponendo particolare attenzione, oltre che all’idoneità degli animali e alle condizioni del trasporto, anche al monitoraggio delle condizioni climatiche.

In allegato alla stessa comunicazione il Ministero trasmette la nota inviata dalla Commissione europea con suggerimenti utili per movimentare animali durante la stagione estiva (“Esempi di buone pratiche utilizzate per prevenire lo stress da calore durante il trasporto di animali”).

In questo breve scritto vengono sottolineati gli accorgimenti che l’Unione suggerisce prima di intraprendere un viaggio commerciale con animali, richiamando al fatto che molte delle Autorità Competenti degli Stati membri utilizzano il web per verificare le previsioni del tempo. La consultazione di siti Internet ampiamente diffusi e di riconosciuta attendibilità, per accertare le anticipazioni metereologiche, combinata ad un percorso correttamente pianificato, consente di decidere se il viaggio rispetta i parametri di idoneità e di rispetto del benessere animale.

La maggior parte delle Autorità dell’Unione Europea considera appunto, come temperatura demarcante per l'approvazione dei piani di viaggio, una previsione della temperatura esterna di 30°C (a meno che i veicoli non siano

dotati di sistemi di raffreddamento attivo), effettuando controlli retrospettivi su trasporti, in particolare verso Paesi Terzi,  effettuati in estate quando la temperatura avrebbe valicato questo limite.

Il Ministero italiano, in proposito, suggerisce di utilizzare per la programmazione e la pianificazione del viaggio il sistema metereologico dell'Aereonautica Militare.

Per integrare le proprie indicazioni viene allegato alla nota anche un precedente dispositivo ministeriale (prot. 18295 del 3/07/2019) concernente il benessere animale durante il trasporto nei mesi estivi, che già richiamava ad una corretta pianificazione della movimentazione, ad una attenta scelta di orari, soste, punti di carico o imbarco, comunicazioni preventive e Pif d’uscita.

 

Autore:  Giuseppe Iacchia 

Stampa
Tag:
Valutazioni:
5.0

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Contatta l'autore

x