X
GO

In vista dell’obbligo del registro dei trattamenti elettronico: esempi pratici di supporto forniti agli allevatori in Area Vasta 2

  • 30 dicembre 2021
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 653
  • 0 Commenti
In vista dell’obbligo del registro dei trattamenti elettronico: esempi pratici di supporto forniti agli allevatori in Area Vasta 2

Ai sensi del d.lgs. 2 febbraio 2021, n. 27 art. 14 comma 1: “al fine di assicurare il completamento del sistema informatico di tracciabilità dei medicinali veterinari, dei mangimi medicati e dei prodotti intermedi disciplinato dagli articoli 89 e 118 del decreto legislativo del 6 aprile 2006, n. 193 e dall'articolo 8 del decreto legislativo del 3 marzo 1993, n. 90, a far data dal 28 gennaio 2022, data di applicazione del regolamento (UE) n. 2019/6, le registrazioni dei trattamenti di cui all'articolo 79 del decreto legislativo n. 193 del 2006 e di cui agli articoli 4 e 15 del decreto legislativo n.158 del 2006 avvengono esclusivamente in formato elettronico”. 

Il servizio I.A.P.Z. dell’AV2 ha elaborato una procedura per informare, sensibilizzare e supportare l’utenza durante questo periodo di transizione che precede l’entrata in vigore dell’obbligatorietà. In particolare considerate le difficoltà tecniche che possono essere incontrate dagli allevatori nel passaggio dal registro cartaceo a quello elettronico dei trattamenti si è ritenuto importante fornire un valido supporto al fine di facilitare tale transizione. Inoltre si è considerato importante comunicare i vantaggi dell’adozione di questo sistema informatizzato come la completa tracciabilità del medicinale veterinario, i minori obblighi formali di registrazione da parte degli allevatori e la raccolta ed elaborazione dei dati relativi alle modalità di utilizzo dei medicinali veterinari e del consumo degli stessi, soprattutto degli antimicrobici, nell’ottica di un approccio mirato e one health nei confronti della lotta all’antimicrobico resistenza.  

La procedura interna adottata dal servizio prevede, per gli allevamenti di nuova apertura, che al momento della trasmissione delle NIA da parte dei SUAP o dal Servizio di Sanità Animale,il detentore dell’azienda venga contattato per essere informato circa la necessità di registrarsi all’applicativo - farmacosorveglianza - nell’ambito del Sistema Informativo Veterinario (VETINFO) presso il quale l’allevatore può anche disporre di altre funzionalità, come la gestione dell’anagrafica di allevamento e la compilazione di modelli 4 elettronici ecc. 

Durante il colloquio con il detentore, vengono fornite, tramite l’invio di materiale informativo per mail o consegnate a mano su supporto cartaceo, le indicazioni per l’attivazione dell’account, per l’accesso alle funzionalità del registro elettronico dei trattamenti sul portale VETINFO. Il materiale informativo è costituito dall’indicazione step by step dei passaggi da seguire per la registrazione e dai contatti dei Dirigenti Veterinari Referenti per ogni ex-zona dell’AV2 per la farmacosorveglianza a supporto dell’utente. 

Contestualmente viene chiesto all’allevatore di indicare al Servizio Veterinario il nominativo del veterinario aziendale o di riferimento per la gestione sanitaria del proprio allevamento, in modo da provvedere all’associazione di questo con l’allevamento (funzionalità disponibile anche per l’utente “proprietario” o “detentore”). Tale associazione consente al Medico veterinario di allineare le giacenze dei medicinali veterinari in conformità alla nota n. 22414 del 29.09.2021 del Ministero della Salute e di supportare l’allevatore nella registrazione delle date di inizio e fine trattamento, per i quali comunque la responsabilità resta in capo all’allevatore. 

Per quanto riguarda invece gli allevamenti preesistenti, il medesimo materiale informativo di cui sopra è stato sia inviato per email, laddove tale dato era disponibile nella Banche Dati, sia lasciato ai front-office delle varie unità operative afferenti ai Servizi veterinari. Inoltre si sta cercando anche di contattare telefonicamente gli altri allevamenti dopo avere estratto i relativi numeri n VETINFO –BDN.  

Accanto a queste attività che vedono coinvolte anche figure tecniche e amministrative, il Servizio ha partecipato all’evento organizzato dalla Coldiretti e svolto il 6 dicembre 2021 a Fabriano presso i locali dell’Istituto Tecnico Agrario Morea-Vivarelli durante il quale la Dr.ssa Grilli Claudia dopo una breve panoramica sulla normativa cogente e sul sistema informativo VETINFO, ha presentato le funzionalità del registro elettronico e le modalità di accesso a quest’ultimo. A seguire il Dr. Corradini Corrado Maria, Medico veterinario libero professionista ha effettuato una dimostrazione in tempo reale delle modalità di registrazione dei trattamenti, di scarico dei medicinali prescritti e di allineamento delle giacenze. L’occasione è stata utile anche per fornire agli allevatori indicazioni circa la corretta tenuta delle rimanenze e lo smaltimento dei farmaci scaduti. Visto il successo dell’incontro, gli organizzatori intendono replicare la presentazione prossimamente anche in altra sede per raggiungere più utenti possibili.  

Ovviamente durante gli accessi in allevamento per i controlli ufficiali, gli allevatori sono stati informati già dallo scorso anno in merito alla possibilità di aderire su base volontaria (fino al 27/01/2022) e in forma obbligatoria (dal 28/01/2022) alla registrazione elettronica dei trattamenti. 

Analogamente al 2019, quando è entrata in vigore la ricetta elettronica veterinaria ed è stato fornito supporto ai Medici veterinari liberi professionisti, ai distributori (farmacie, parafarmacie, grossisti ecc.) anche tramite l’organizzazione di numerosi corsi di formazione, oggi occorre facilitare il più possibile il mondo allevatoriale verso la digitalizzazione del registro dei trattamenti anche al fine di superare reticenze e perplessità. 

 

Autore: Dr.ssa martina Sebastianelli

Stampa
Valutazioni:
3.0

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Contatta l'autore

x