X
GO

“Strategia dal campo alla tavola”: conclusioni all’unanimità del Consiglio UE

  • 22 ottobre 2020
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 669
  • 0 Commenti

Lo scorso 19 Ottobre il Consiglio dell’Unione Europea ha approvato all’unanimità e quindi ha adottato una serie di Conclusioni sulla strategia "dal produttore al consumatore" (Farm to Fork Strategy), approvando l'obiettivo di sviluppare un sistema alimentare europeo più sano e sostenibile, dalla produzione al consumo.

Le Conclusioni (per un approfondimento si rimanda al documento integrale) contengono un triplice messaggio politico degli Stati membri che si impegnano a garantire:

  • alimenti in quantità sufficiente e a prezzi accessibili contribuendo nel contempo al raggiungimento della neutralità climatica dell'UE entro il 2050,
  • un reddito equo e un forte sostegno ai produttori primari,
  • la competitività dell'agricoltura dell'UE a livello mondiale.

In particolare nelle conclusioni il Consiglio chiede che alla base delle proposte legislative dell'UE, presentate nell'ambito della strategia "dal produttore al consumatore", ci siano valutazioni di impatto ex ante scientificamente valide.

Altra richiesta di importanza fondamentale è quella di continuare a promuovere l'utilizzo prudente e responsabile di pesticidi, antimicrobici e fertilizzanti al fine di produrre alimenti in maniera sostenibile e di proteggere nel contempo l'ambiente.

Inoltre i Ministri dell’Agricoltura degli Stati Membri chiedono parità di condizioni su mercati agroalimentari competitivi, nonché la compatibilità con le norme dell'OMC (Organizzazione Mondiale del Commercio).

Nel documento, gli Stati membri riconoscono che i prodotti alimentari europei rappresentano già uno standard di riferimento globale per sicurezza, valore nutritivo e alta qualità e sottolineano pertanto l'importanza di promuovere la sostenibilità dei sistemi alimentari a livello globale. Questo potrebbe anche garantire che i Paesi Terzi si impegnino, in maniera più ambiziosa, in materia di protezione ambientale, benessere e salute animale e uso di pesticidi e antimicrobici.

Si ricorda che la Commissione UE ha presentato la “From Farm to Fork Strategy (F2F)” a  Maggio 2020 sottolineando come rappresenti una parte integrante del Green Deal europeo che si prefigge l'obiettivo di un "sistema alimentare equo, sano e rispettoso dell'ambiente". La transizione verso questo nuovo sistema alimentare sarà sostenuta dalla riforma della PAC (Politica Agricola Comune) che mira alla modernizzazione dell'agricoltura grazie allo sviluppo di pratiche agricole più sostenibili, nel rispetto della natura e combattendo i cambiamenti climatici.

A tal proposito i Ministri hanno ribadito l'importanza di includere gli obiettivi la F2F nella definizione dei futuri piani nazionali della PAC, attraverso raccomandazioni specifiche per ciascun Paese.

Gli obiettivi di PAC e F2F sono quindi strettamente interconnessi e allo stesso modo la Strategia dal produttore al consumatore, indirizzando ad un sistema alimentare più sostenibile, contribuirà a proteggere la natura e la biodiversità in Europa così come sostenuto dalla strategia dell'UE sulla biodiversità per il 2030.

A tal proposito Frans Timmermans, vicepresidente esecutivo della Commissione europea ha sottolineato come "la crisi del coronavirus ha dimostrato la vulnerabilità di tutti noi e l'importanza di ripristinare l'equilibrio tra l'attività umana e la natura. La strategia sulla biodiversità e la strategia "dal produttore al consumatore" sono il fulcro dell'iniziativa Green Deal e puntano a un nuovo e migliore equilibrio fra natura, sistemi alimentari e biodiversità: proteggere la salute e il benessere delle persone e, al tempo stesso, rafforzare la competitività e la resilienza dell'UE. Queste strategie sono una parte fondamentale della grande transizione che stiamo intraprendendo”.
 

Autore: Dott. Stefano Gabrio Manciola

 

Stampa
Tag:
Valutazioni:
5.0

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Contatta l'autore

x