X
GO

Piano regionale di campionamento alimenti (PAMA): attività primo e secondo quadrimestre 2020

  • 6 ottobre 2020
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 766
  • 0 Commenti

Nella Regione Marche, il Piano di Campionamento delle Sostanze Alimentari (PAMA) per l’anno 2020 è stato approvato con DDPF n. 74 del 04 Maggio 2020.

Nella predisposizione del documento si è tenuto conto dell’analisi e dell’elaborazione dei dati di attività degli anni precedenti (2010-2019), dell’emanazione di recenti Raccomandazioni della Commissione sul monitoraggio della presenza di nuove molecole, dei Piani nazionali di controllo ufficiale (2020-2022) e di monitoraggio (2020-2021) dei contaminanti agricoli e delle tossine vegetali naturali negli alimenti e del Piano Nazionale riguardante il controllo ufficiale degli additivi e degli aromi alimentari (2020-2024).

Obiettivi del Piano sono quelli di:

1. Coordinare l’attività di campionamento a livello regionale, al fine di garantire una migliore armonizzazione dei controlli ufficiali ed ottimizzare le attività;

2. Verificare la conformità dei prodotti agli standard di sicurezza stabiliti dai Regolamenti comunitari, in rapporto alle caratteristiche del prodotto, alle indicazioni riportate in etichetta ed all’uso abituale;

3. Stimare i livelli di prevalenza dei più comuni patogeni a trasmissione alimentare con particolare riferimento a quelli indicati nel Reg. 2073/2005 e sue smi e nelle LLGG 854/04 e 882/04;

4. Individuare le matrici più a rischio per il consumatore al fine di intraprendere azioni specifiche in fase di controllo;

5. Attuare i monitoraggi conoscitivi previsti da varie raccomandazioni UE al fine della raccolta dati per i diversi contaminanti chimici la cui tossicità è nota e definita, con lo scopo di definire i limiti massimi per ciascun contaminante e per specifici alimenti.

Nel DDPF viene quindi indicato che la raccolta dei campioni spetta ai Servizi Igiene degli Alimenti di Origine Animale, Servizi di Igiene degli Allevamenti e Produzioni Zootecniche e Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dei Dipartimenti di Prevenzione delle Aree Vaste dell’ASUR e i Laboratori designati all’esecuzione delle analisi sono quelli dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche (IZSUM) e dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale delle Marche (ARPAM).

Nei primi 8 mesi del 2020 (1° e 2° quadrimestre), le attività di campionamento sono state fortemente condizionate dall’emergenza sanitaria Covid-19 sul territorio nazionale e sono state effettuate in ottemperanza alle indicazioni fornite dal Ministero della Salute sulla differibilità e non differibilità delle attività di Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare.

Proprio per questa ragione, come si può osservare dai dati riportati, in molti casi il numero di campionamenti effettuati è piuttosto inferiore rispetto al numero dei controlli pianificati da svolgere nell’anno.

Di seguito si riportano i dati (schede riepilogative sull’attività analitica effettuata e sulle positività rilevate) relativi a:

1. Attività primo quadrimestre 2020 (periodo 01 Gennaio - 30 Aprile) rev 20 Maggio 2020;

2. Attività primo e secondo quadrimestre 2020 (periodo 01 Gennaio - 31 Agosto) rev 19 Settembre 2020.

 

Autore: Dott. Stefano Gabrio Manciola

 

Stampa
Tag:
Valutazioni:
Nessuna valutazione

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Contatta l'autore

x