X
GO

Piano Naz. Residui-Piano Reg.Residui (PNN-PNR)2014 :riepilogo delle principali novità per gli operatori Sanitari ASUR

  • 11 marzo 2014
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 1383
  • 0 Commenti

Di seguito si elencano le principali novità :

  1. NUOVE RICERCHE
  • Cefalosporine in matrice latte: l’attività analitica sarà svolta nel secondo semestre/ultimo trimestre dell’anno; la dicitura beta-lattamici raggruppa cefalosporine e penicilline.
     
  • Coloranti per il settore acquacoltura: è più ampio il numero di molecole da ricercare appartenenti al gruppo dei coloranti; l’attività analitica sarà espletata nel secondo semestre del 2014.
     
  1. AGGIORNAMENTO DELLE RICERCHE PREESISTENTI  
  • Zeranolo e mateboliti: il metodo di conferma analitico impiegato per la ricerca di sostanze appartenenti al gruppo A4 – Lattoni dell’acido resorcilico (compreso lo zeranolo) –i n matrice urina, deve essere in grado di rilevare le molecole: α-zearalanolo (zeranolo), β zearalanolo (taleranolo), zearalanone, α-zearalenolo, β- zearalenolo e zearalenone. Sull’interpretazione dei risultati verranno forniti dettagli appena resi disponibili dal RIKILT, il Laboratorio Europeo di Riferimento.
     
  • PCB non diossina simili: la ricerca  è  stata associata alla ricerca di diossine e PCB diossina-simili, includendola nel gruppo “composti organo clorurati compresi i PCB” .
     
  •  PCB non diossina-simili in matrice miele: la ricerca è stata eliminata a causa della scarsa rilevanza della matrice miele ai fini del controllo di tali contaminanti liposolubili.
     
  • Settore suini: le categorie di questa specie animale sono state suddivise in lattonzoli (lattonzoli e magroncelli), suini (magroni, grassi, scrofette), scrofe (scrofe e verri).
     
  • Settore uova:  attività di campionamento è prevista sia in azienda che in centri di imballaggio (almeno il 30% dei campioni deve essere prelevato da centri che presentino la percentuale più significativa di uova destinate al consumo umano).
     
  • Settore acquacoltura: i campioni prelevati per sostanze appartenenti alla categoria A vanno eseguiti unicamente in allevamento.
    Dal 2014, il campionamento per la ricerca di sostanze della categoria B, su indicazione delle Regioni, può essere fatto anche in stabilimenti di trasformazione o di vendita all’ingrosso, su pesci freschi dei quali sia possibile risalire all’azienda di origine; in ogni caso, almeno il 10% di questi ultimi prelievi deve essere fatto in luoghi di produzione registrati.
  1. AGGIORNAMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE SULLA BASE  DI PRECEDENTI NON CONFORMITA'

    Tali aggiornamenti, con incremento proporzionale della ricerca di alcune sostanze, vengono eseguiti  sulla base delle non conformità registrate nel 2012 e nel primo semestre del 2013 nell’attuazione del PNR e del PNAA e sulla base delle allerta originate da prodotti italiani nello stesso periodo.
     
  2. SOSTANZE ANTIBATTERICHE, compresi sulfamidici e chinolonici (B1) in matrice miele.

    Il limite di rilevabilità (in screening) per la streptomicina, è stato abbassato da 10 μg/kg a 5 μg/kg.

     
  3. VERBALE DI PRELIEVO PNR-PRR 2014

    Il prelevamento di campioni per il PNR deve essere eseguito con la compilazione di un verbale specifico pubblicato come allegato B del  Decreto del Dirigente della Posizione Funzionale Veterinaria e Sicurezza Alimentare n.15 del 12/02/2014; l’utilizzo di tale verbale nelle attività di campionamento è obbligatorio.

      Il verbale è scaricabile in formato word da qui

 

Autore:  Dott.ssa G. Pelagalli

 

Data di pubblicazione: 10 marzo 2014

Stampa
Tag:
Valutazioni:
Nessuna valutazione

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Contatta l'autore

x