X
GO

Attività formativa e divulgativa effettuata dal Servizio Sanità Animale dell’AV3 per le aziende del settore zootecnico

  • 29 dicembre 2020
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 811
  • 0 Commenti

Nel 2020 ha preso avvio un progetto, sostenuto da Coldiretti in collaborazione con il Servizio di Sanità Animale dell’Area Vasta 3 di Macerata, relativo a corsi di formazione rivolti alle imprese zootecniche del territorio.

Tra i temi trattati, in primo luogo, quello della "Condizionalità", intesa come un insieme di regole per una gestione dell'azienda agricola rispettosa dell'ambiente e attenta alla salubrità dei prodotti e del benessere degli animali allevati, che rappresenta uno dei principali pilastri della Politica Agricola Comunitaria. Le Aziende Agricole beneficiarie degli aiuti sono tenute a rispettare i Criteri di Gestione Obbligatori (CGO) dettati dalla normativa nazionale e comunitaria, mentre gli operatori del Servizio Veterinario sono chiamati a verificare la corretta applicazione di tale regime. Pertanto le lezioni hanno riguardato la gestione dell’anagrafe zootecnica, l’illustrazione delle corrette modalità di compilazione e tenuta dei registri aziendali nonché delle basi normative e delle modalità operative adottate dal Servizio Veterinario di Sanità Animale per l’attività di controllo sul Sistema di Identificazione e Registrazione degli animali negli allevamenti di suini, bovini, bufalini, ovini e caprini al fine di verificare il rispetto dei CGO 6 - 7 ed 8.

Altro tema di particolare importanza trattato nel corso delle lezioni, è stato quello relativo all’evoluzione epidemiologica della Peste Suina Africana, la quale rappresenta un serio motivo di preoccupazione a livello Europeo. Nel 2019, l’Italia ha presentato alla Commissione Europea un nuovo Piano Nazionale di Sorveglianza sul territorio continentale e di Eradicazione in Sardegna e ne ha ottenuto l’approvazione; il piano è entrato in vigore il 1 gennaio 2020: obiettivo generale è quello di proteggere il patrimonio suinicolo nazionale da eventuali incursioni del virus sul territorio continentale.

La Regione Marche con nota 1815|13/02/2020|R_MARCHE|ARS|VSA|P ha inviato ai Servizi Veterinari il piano di sorveglianza in Italia ed eradicazione in Sardegna della PSA, ancora corredato dalle integrazioni richieste dalla Commissione Europea, mentre con nota 2844|03/03/2020 ha trasmesso la Delibera della Giunta Regionale 186 del 24/02/2020 in recepimento dell’accordo n. 125/CSR del 25/07/2019 relativamente alle indicazioni operative in materia di rafforzamento della sorveglianza e riduzione del rischio di talune malattie animali ed infine, con nota 0005804|19/05/2020|R_MARCHE|ARS|VSA|P ha trasmesso il DPGR n. 150 del 13/05/2020 che recepisce il piano nazionale.

Pertanto, nel corso delle lezioni, si è proceduto ad illustrare i punti salienti di tale piano, ovvero la sorveglianza passiva nelle popolazioni di cinghiali e negli allevamenti di suini domestici, la verifica del livello di biosicurezza da parte del veterinario aziendale attraverso il sistema informativo Classyfarm ed infine, per gli allevatori, i criteri minimi di biosicurezza da rispettare per le aziende suinicole non commerciali, commerciali e per le aziende allo stato brado e semibrado, in particolare cambiare abbigliamento e calzature quando si entra o si lascia l’allevamento, scongiurare i contatti anche indiretti con cinghiali o maiali di altri allevamenti, notificare tempestivamente ai servizi veterinari sintomi riferibili alla PSA ed episodi di mortalità anomala.

Durante le lezioni è stato proiettato un video realizzato da EFSA, Autorità europea per la sicurezza alimentare  con l’obiettivo di sostenere una serie di comportamenti corretti e promuovere le giuste precauzioni da adottare nei confronti della malattia.

Al termine delle lezioni sono stati presentati i materiali informativi e divulgativi che il Ministero della Salute nell’ambito delle iniziative finalizzate a rendere più efficace l’azione di prevenzione e aumentare le capacità di intervento nei confronti di una eventuale emergenza PSA, nonché per limitare o eliminare i comportamenti a rischio, ha elaborato e reso disponibile al link https://bit.ly/2Gc4yAg.

Le prime lezioni si sono svolte in presenza presso la sede di Coldiretti di Macerata, a Pievetorina ed a Ripe San Ginesio, ma a seguito dell'aggravamento della situazione pandemica da COVID-19, gli organizzatori del corso hanno deciso di effettuare le restanti lezioni del 30 luglio (corso 36847), del 21 settembre (corso 47611) e del 28 ottobre (corso 47639) in streaming.

Le lezioni sono state tenute dal Dr. Giovanni Cervigni, Responsabile U.O.S. Anagrafe degli Animali del SSA dell’AV3 di Macerata, dal Dr. Giuseppe Manciola e dalla Dr.ssa Marta Pacioni, Medici Veterinari del SSA dell’Av3 di Macerata e dall’Operatore tecnico informatico Marco Radossevich.

 

Autore: Dr.ssa Marta Pacioni

 

 

Stampa
Tag:
Valutazioni:
5.0

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Contatta l'autore

x