X
GO

Aperitivi europei 2023. Attività informativa della AST di Macerata.

  • 25 maggio 2023
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 759
  • 0 Commenti

Anche questo anno si è svolta a Macerata tra il 10 ed il 13 maggio la manifestazione degli Aperitivi Europei promossa dal Comune di Macerata.

Tale celebrazione enogastronomica svolge la duplice funzione di evento ludico e culturale, offrendo alla popolazione la possibilità di gustare piatti e bevande   legati ai vari Paesi Europei rappresentati dai bar e ristoranti aderenti.

Va comunque evidenziato che, per il tipo di attività, in cui vengono preparati velocemente piatti di differente natura a volte poco conosciuti e spesso in spazi ristretti, è fondamentale garantire al consumatore la sicurezza alimentare.

E proprio in questa ottica   il Servizio Veterinario  Igiene degli Alimenti di Origine Animale della AST di Macerata ha pianificato un programma di verifiche sugli esercizi aderenti volto alla tutela della salute pubblica.

Il protocollo di lavoro si è articolato in più fasi svolte in momenti diversi e con diversi attori.

La prima fase prevedeva un incontro “informativo “ con i commercianti coinvolti nella manifestazione.

L’incontro, promosso dall’Ufficio Attività Produttive del Comune di Macerata, di cui la dott.ssa Laviano è stata promotrice, si è tenuto a marzo presso l'Auditorium della Biblioteca Mozzi Borgetti. In tale sede il Servizio Veterinario ha spiegato agli esercenti i rischi derivanti da un mancato rispetto delle buone prassi igieniche, illustrando l’importanza del rispetto di tutti i paradigmi sanitari come il mantenimento della catena del freddo,  la puntuale correttezza degli interventi di pulizia e disinfezione di locali e  attrezzature, la formazione del personale operante ed anche  l’attenta lettura delle avvertenze segnalate nell’etichettatura degli alimenti, sia per le modalità di conservazione e cottura degli alimenti, sia per l’elencazione  degli allergeni da esporre poi al consumatore.

La riunione si è conclusa con la raccomandazione di indirizzare ai consulenti del Manuale HACCP tutte le richieste ed i dubbi per ottenere procedure sicure e rivolte sempre alla tutela della salute pubblica.

Altra novità, nonché valore aggiunto al protocollo di lavoro della AST, è stata la partecipazione della Polizia Locale, che avrebbe affiancato i Servizi Veterinari nelle attività di verifica, ognuno per la propria parte di spettanza.

La seconda fase ha riguardato sia i numerosi contatti telefonici ed epistolari con i consulenti, a riprova del fatto che quanto detto in sede di riunione ha avuto un feed back positivo, sia un incontro preventivo presso l’ufficio del sostituto Commissario dell’Unità Operativa Commercio della Polizia Locale di Macerata, Nicola Feliciani, al fine di definire  lo staff , il calendario delle uscite, gli esercizi da visitare e la logistica, volendo comunque sempre garantire una rappresentatività territoriale delle verifiche basata sulla valutazione del rischio.  .

Il terzo step è stato quello dei sopralluoghi.

Sono state costituite due squadre in uscita composte ciascuna da un veterinario Dirigente, un tecnico della Prevenzione e personale della Polizia Locale.

Le verifiche della Polizia Locale hanno prevalentemente riguardato gli atti autorizzativi, l’esposizione degli stessi e di tutte le altre indicazioni per l’utenza e quelle merceologicamente significative.

Gli accertamenti   del Servizio Veterinario sono stati indirizzati in verifiche sul controllo del rispetto delle condizioni igienico sanitarie nella manipolazione degli alimenti e nei servizi ai tavoli, la tracciabilità dei prodotti, il rispetto della catena del freddo per quegli alimenti che lo richiedevano, oltre che la segnalazione di presenza di allergeni in alcuni pasti.

Va precisato che i precedenti contatti con i consulenti dei Manuali HACCP avevano già favorito la scrittura di brevi procedure dedicate a tale tipo di manifestazione con l’evidenziazione sia dei possibili rischi, che delle modalità per il controllo degli stessi.

Su un totale di circa sessanta esercizi aderenti a tale manifestazione sono stati sottoposti a verifiche in loco più di un terzo di questi.

Il criterio di scelta si è basato sulla valutazione del rischio determinata da vari fattori come il menù proposto con   i pericoli connessi all’allestimento del piatto , la  tipologia di somministrazione (al chiuso o all’aperto, richiedendo in tale caso le modalità di trasporto e protezione dei cibi nei servizi ai tavoli), le capacità di accoglienza e tracciabilità delle materie prime (trasporto in regime di temperatura e bolle di accompagno, capacità frigoriferi e corretto funzionamento) e le capienze delle cucine utilizzate per la preparazione degli alimenti.

Un elemento sempre tenuto in grande considerazione nei controlli dalla AST è stata  la verifica della  corretta informazione all’utenza circa la presenza o meno di allergeni nei cibi.

A tale scopo sono state eseguite verifiche sull’etichettatura delle materie prime e sui menù, informando e correggendo, ove necessario, gli esercenti sulla puntuale esposizione di tutte le notizie circa la presenza di allergeni in un piatto.

La rispondenza degli operatori è stata eccellente, vista l’accoglienza e l’attenzione riscossa con l’immediatezza dei provvedimenti messi in atto.

Solo in due casi sono state necessarie prescrizioni, per il resto, qualsiasi obiezione è stata risolta nell’arco dell’ispezione stessa.

Le attività funzionali e mirate ad una formazione-informazione attiva ed interattiva con gli esercenti sono state così proficue da poter garantire a tutti una consumazione “sicura” del bere e del mangiare in questo festival europeo.

Si ringrazia il Comune ed il Comando della Polizia Municipale di Macerata per l’attenzione e la collaborazione.

 

AUTORE: Dr.ssa Caterina Pennesi

UOS Coordinamento Controlli Ufficiali

 

Stampa
Tag:
Valutazioni:
3.5

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Contatta l'autore

x